Riza psicosomatica

Segnalo la Rivista Riza Psicosomatica:

Il sesso è normale e se si è adulti bisogna farlo, ma se la mancata attività sessuale si evidenzia per troppi mesi e anni, potrebbero insorgere problemi legati alla depressione, esaurimento nervoso, nervosismo, nevrosi, fino ad arrivare all’impotenza e/o a non mantenere a lungo l’erezione nemmeno nell’autoerotismo.
Ciò non significa nemmeno che bisogna diventare malati di sesso, ma semplicemente viverlo in modo naturale e senza forzature.
Ma se il problema della mancata erezione dovuta ai troppi anni senza farlo persiste, bisogna subito ricorrere ai ripari da un medico sessuologo psicoterapeuta, lasciare perdere internet che ci sono troppe informazioni inesatte sull’argomento (ognuno dice la sua sui Blog, Forum, Chat, etc.) e consultare uno specialista della mente e del sesso.

Ad esempio nella rivista di Riza Psicosomatica di questo mese: Gennaio 2016 n. 419 – C’è un bellissimo Articolo (scritto da un medico psicoterapeuta) da pagina 32 a 35 dal titolo: Corpo e Psiche. Niente Sesso ? I Sintomi si Scatenano.
In questo testo di Psicologia di 4 pagine, è spiegato per filo e per segno, gli effetti del sesso spento (cause negative terribili) più buoni consigli per pensare in positivo e per tornare attivi. Una buona rivista di Self-Help è questo Riza Psicosomatica.
Sotto l’aspetto della cultura è profondamente interessante da leggere, chissà potrebbe insegnare qualcosa di buono a chi è estraneo a queste argomentazioni.
Inoltre è presente un lungo articolo di giornale scritto dal medico Psicoterapeuta Vittorio C. di 23 pagine (l’equivalente di un piccolo libretto di psicologia self-help: auto aiuto) dal titolo: Le immagini ti curano. Ecco le 3 mosse vincenti che ti regalano la felicità.
Un’ottima rivista che leggo da diversi mesi e che mi regala sempre infinite emozioni. Capisco molte cose interessanti.

Senza sesso il corpo si abitua alla passività (udivo tempo fa in televisione da un medico Psichiatra che ne parlava) ma potrebbero insorgere problemi ben più gravi, quindi è bene ricordare che la passività rende apatici, insensibili, freddi, statici (e non dinamici) e se non ci state con la testa non ci state nemmeno col pisello. Questo è bene saperlo.

Un’altra situazione degenerativa è chiudersi troppo in se stessi per problemi legati alla depressione o all’insicurezza del vivere la propria vita, perché a lungo andare potrebbe portare alla rabbia (la mancata socializzazione) al nervosismo e all’incomprensione; destabilizzando la persona che ne soffre. Un motivo più che sufficiente per correre ai ripari da uno Psicoterapeuta Cognitivo e Comportamentale; altrimenti potrebbero insorgere problemi anche di natura sessuale. Erezione pari allo zero.

Quando il problema è grave bisogna ricorrere o ad una terapia farmacologica anti depressiva (questo influirà positivamente sull’erezione ritrovando il buon umore) più una intensa terapia psicologica che è la chiave della guarigione, oppure se il problema non è di natura psicologica ma organica, tipo: diabete, altro.. allora il medico prescriverà una terapia adeguata solo per l’atto sessuale.

Comunque è bene ricordare di comunicare al proprio medico curante eventuali allergie da graminacee o parietaria, lattosio o altro.. (visto che ci sono farmaci che contengono questo tipo di ingredienti) così da prescrivervi la terapia giusta.

Su tante cose scritte non sarò un medico ma le ho vissute in prima persona quando sono stato male con la depressione molto forte, quindi se questo testo può essere utile a qualcuno, sappiate che mi fa molto piacere avervi aiutati a capire alcune cose.

Cordialmente!

Prima estrazione al dente

Piccolo Diario personale di vita vissuta dal Dentista

E così questa mattina 8 Gennaio 2016 alle h.10:30 sono stato puntuale dal Dentista come da programma per l’estrazione dei due denti (ponte con impianto) di cui uno rotto. Si tratta degli ultimi due denti nell’arcata superiore di destra della bocca.
Prima uno spray mi ha spruzzato che mi ha gelato la parte (sembrava lo spray usato dai calciatori per le contusioni) poi successivamente mise l’ago per iniettare l’anestesia, per finire cominciò con l’estrazione dei due denti e un poco il trapano da dentista assordate di fischi che udivo dentro l’udito. (Poi io che soffro di Acufeni la cosa mi infastidisce molto).
Ad un certo punto ho cominciato ad avvertire un senso di nausea terribile dovuta da un lato all’aspiratore della saliva che l’assistente del dentista teneva in mano toccandomi la gola (se mi aspiri il sangue al dente o sotto la lingua ci posso pure stare, ma se mi tocchi la gola avverto nausea e vomito, compreso il palato), mentre dall’altro lato la mano del dentista con il guanto in lattice che emanava un forte odore di gomma (che mi dava la nausea) la sua mano sinistra troppo vicina al naso impedendomi di respirare (al di là di questo devo ricordarmi di farmi una visita dall’otorino laringoiatria per farmi togliere il tappo di cerume all’orecchio destro, che faccio una volta all’anno in clinica privata) anche perché avendo il setto nasale deviato (soprattutto alla narice destra) mi dà qualche problema per respirare. (pur avendo fatto anni fa l’operazione chirurgica alla narice destra che non ha risolto al 100% il problema della respirazione) Per finire sono allergico alle graminacee e Parietaria, quindi niente farmaci con questi ingredienti altrimenti potrebbero uccidermi, oltre al fatto di come i dentisti tengono la mascherina sul loro volto e che come paziente sono molto infastidito farmi respirare in faccia mentre mi trovo a bocca aperta.

Si perché qui mi sento di fare una piccola protesta lecitissima: è mai possibile che un dentista la mascherina non la tiene fin sotto gli occhi coprendo il naso ma soltanto (se ci avete fatto caso cari lettori) sotto il naso comprendo la bocca ? è fastidioso vero ? poi soprattutto se fumano, perché ti devi sorbire la respirazione loro di puzza di tabacco sulla tua faccia, è inaccettabile, protesto contro questo sistema da loro adottato.
Come paziente mi sento in dovere di comunicarlo alle masse questo loro modo di operare e di lavorare, non mi piace vedere un medico che non osserva le istruzioni e le disposizioni della sala operatoria su come dovrebbe comportarsi con un paziente, nonostante sia educato nel modo di fare e nel comportamento (cosa che apprezzo enormemente) la mascherina se la devono mettere bene. < < Non puoi respirarmi in faccia, mi da la nausea >>.

La cosa che ho apprezzato enormemente è stata l’assistente del dentista, giovane, molto carina, pelosetta sulle braccia (il che la cosa non guasta affatto in una ragazza giovane, i peli ci stanno più che bene, ho sempre amato la donna col pelo dall’età adolescenziale ad oggi, e fin tanto che vivrò continuerò ad amarla) veramente carina, ogni volta che vedo donne così pelose mi diverto sempre nel rifarmi gli occhi fino a che non mi ci abituo, sono rimasto all’antica, amo la donna pelosa. Ma meglio che non lo dico troppo, perché la donna è molto prevenuta in questi discorsi, gli dovesse venire in mente di depilarsi leggendo quanto scritto; mi farebbe perdere l’eccitazione di guardarla.
Quando parli con una donna devi fare attenzione a non citare i particolari, altrimenti ci trova subito i difetti e corre a farsi lametta e ceretta (il disaggio mentale della donna, del non sentirsi accettata dalla società se qualcuno gli fa notare una cosa che piace e che viene spesso ignorata e male interpretata dalla femmina, almeno è così il più delle volte) che poi è strano da un lato, perché quando sono fidanzate con i loro partner maschili, le braccia se le fanno baciare anche se pur pelose (fin qui tutto tace, e chi tace acconsente) ma se invece qualcuno al di là del loro partner glielo fa notare, subito corrono dall’estetista… Vedete che c’è un disagio sotto l’aspetto psicologico ? Fortuna che non tutte le donne sono così, altrimenti sarebbe davvero la fine dell’umanità.

Devo tornare dal dentista tra 5 giorni, esattamente il 13/01/2016 alle ore 12:30 per una complicanza avvenuta questa mattina durante l’estrazione dei due denti.
Mancava un piccolo pezzetto di dente da estrarre, ma nonostante due anestesie che ho ricevuto, ha continuato a darmi dolore atroce mentre estraeva perché infiammato.
Così mi ha dato da prendere un anti-infiammatorio: OKI Bustine da prendere mattina e sera dopo i pasti per sei giorni, più Antibiotico Augmentin 875 mg / 125 mg da prendere subito dopo la bustina sempre mattina e sera per sei giorni, questo per sfiammare la parte interessata. Tra cinque giorni dovrò tornare per togliere l’ultimo pezzo di dente rimasto. Per sostenermi dall’utilizzo dell’antibiotico che mi atterrisce molto, domani mattina mi prendo un integratore alimentare di vitamine e minerali della marca MATT. Comunque il sangue non si ferma da diverse ore per via dell’estrazione, poi sangue nero tra l’altro.

Ora è cominciato a diminuire il sangue, sono le ore 15:51 e ci vediamo alla proxima…

Ciao !!!

Via lo Stress

Riporto scritto ciò che dicono tutti i medici:

Stress, vita passiva davanti al PC in ufficio e/o a casa, tensione dovuta allo stress, depressione, esaurimento nervoso, nevrosi, stanchezza cronica, impotenza, (disfunzione erettile) e una serie di altri problemi legati allo “stress” da lavoro quali: famiglia, figli, solitudine e quant’altro; c’è bisogno di una “cura ricostituente” per cercare di non peggiorare la situazione (se necessario anche di una terapia psicologica) precaria destabilizzante in cui la persona si dovesse trovare.
A questo proposito arriva in aiuto l’integratore alimentare vitamine e minerali della Matt, che se presa una compressa al mattino (preferibilmente a digiuno con 2 bei bicchieri d’acqua) apporta 14 vitamine e 11 minerali (tra cui il molibdeno) per il nostro organismo, dandoci una sensazione di benessere psicofisico.
Naturalmente è consigliabile seguire una dieta bilanciata (oltre all’integratore alimentare che funge da supplemento al cibo di per se) evitando dolciumi e cose che potrebbero peggiorare la situazione. Quindi (come consigliano gli esperti nutrizionisti) mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno, bere 2 litri di acqua al giorno dislocate nelle 24 ore, consumare cibi in modo equilibrato senza eccedere con le calorie (almeno sotto l’aspetto organico) una moderata attività fisica al giorno di 30 minuti dal lunedì al sabato contribuisce a prevenire lo stress (va bene anche camminare a passo veloce o imparare la camminata nordica con le racchette tipo sci) questo tipo di cura naturale migliora l’aspetto organico fisico del nostro corpo.

Mentre invece problemi di Stress Psicologico ?

Al di là di eventuali carenze nutrizionali (che si possono risolvere mangiando equilibrato, come spiegato in precedenza, più integratori alimentari) se lo stress non dovesse risolversi al 100%, e dovessero persistere problemi legati all’ansia, alla depressione, all’esaurimento nervoso ed alla nevrosi; è opportuno rivolgersi da uno psicoterapeuta cognitivo comportamentale per affrontare una terapia adeguata consultando uno specialista della mente.

Per cercare un bravo psicologo consulta questo link: http://www.psicologi-italia.it

Per sapere cos’è il minerale molibdeno clicca sulla parola evidenziata in blu e sottolineata (si chiama link ipertestuale) che ti indirizzerà sulla pagina desiderata.
Nell’integratore Vitamine e Minerali della Matt il molibdeno è presente in dose ridotta e giusta, in una compressa ci sono circa 50 mcg di molibdeno (VNR: 100% Valori Nutritivi di Riferimento) il che non nuoce alla salute, ma porta benefici per il nostro organismo.

Inoltre prima di ogni tipo di esercizio fisico è consigliabile consultare il proprio medico di famiglia, soprattutto se si hanno problemi cardiovascolari.

Non voglio farla diventare retorica ma è bene comprendere alcuni aspetti di tutto ciò che ho scritto: La sana e bilanciata alimentazione più integratori alimentari possono fare molto per il sistema nervoso e cardiocircolatorio, più una moderata attività fisica, e questo è un dato di fatto, ma problemi legati alla ‪psicologia‬ (anche se doveste risolvere problemi organici e non di mente) al di là del benessere corporeo c’è bisogno di un terapeuta esperto per uscire dai problemi psicologici; a volte la stanchezza potrebbe derivare anche da un problema di mente e non di natura organica, come per la psicosomatica; nel senso che quando hai pensieri negativi e soltanto negativi, senti un senso di peso non indifferente in te, e che parte tutto dal cervello e non dal corpo.

Il peso della vita ?

In questo caso (se la risposta è si) potrebbe essere una forte depressione, devi ricorrere subito ai ripari senza trascurare un minuto di più, almeno prima di finire nell’abisso più totale dei pensieri neri.

Spero che hai trovato utile questa mini guida su come risolvere eventuali problemi legati allo stress del mondo di oggi, con l’augurio di una felice vita attiva e non passiva e di un buon anno 2016 a tutti quanti voi.

Cordialmente