Cataratte e mosche volanti

Questo video che ho riportato sopra, è il problema che alla soglia dei 40 anni mi si è presentato agli occhi, comunemente chiamate mosche volanti e che mi infastidiscono considerevolmente. Riconosco che è comunque un handicap quando si presenta, perché a parer mio personale, l’uso del computer di molte ore al giorno per lavoro o altro, contribuisce a causare danni agli occhi; proprio perché il monitor del PC retroilluminato è comunque uno stress continuo per la vista.

Non voglio mettermi a fare di tutta l’erba un fascio s’intende, e ne tanto meno voglio mettermi a fare terrorismo a parole, come si legge spesso sui forum, soprattutto da gente non oculista che apre bocca tanto per dargli fiato, e nemmeno voglio parlare con parole struggenti come si vede nei video di youtube, che parlano di interventi come: aghi conficcati nell’occhio da film horror, o interventi chirurgici laser che riportano serie conseguenze invalidanti alla vista, causando per l’appunto l’aumento della pressione oculare; costringendo così il paziente, a vivere perennemente a contatto con l’oculista; facendo delle terapie adeguate per abbassare la pressione dell’occhio, altrimenti si rischia il glaucoma.

Naturalmente esistono delle terapie per prevenire questi fenomeni di miodesopsie, (ovvero comunemente chiamate mosche volanti) cose naturali che nel tempo dovrebbero portare un buon miglioramento alla vista; ecco i rimedi che si potrebbero tentare di utilizzare in modo semplice senza ricorrere a interventi chirurgici.

  • Bere molta acqua. (Almeno 1 o 2 litri al giorno come consigliano gli esperti)
  • Fare uso di Integratori Alimentari. (Multicentrum, Matt, Herbalife, altro)
  • Mangiare 5 porzioni di frutta e verdura al giorno.
  • Bilanciare l’alimentazione mantenendo il corpo magro.
  • Fare una moderata attività fisica per non atrofizzare il corpo alla sedentarietà.
  • Fare uso di occhiali da sole con lenti a specchio polarizzate antiriflesso, dovrebbe ridurre le mosche volanti almeno parzialmente.
  • Consultare un’oculista per una visita più appropriata.
  • Eventualmente domandare se esistono occhiali da vista speciali che riducano la manifestazione delle mosche volanti, parlatene con il vostro oculista.
  • Nel caso si dovessero verificare fissazioni e/o ossessioni per il problema delle miodesopsie, fino ad impedire di vivere una vita normale; si consiglia di consultare uno Psicologo Psicoterapeuta per parlarne, ad ogni modo approntando una terapia di sostegno psicologico.
  • Limitare l’uso del computer a poche ore al giorno, dato che il monitor retroilluminato potrebbe (a lungo andare) causare problemi alla vista.
  • Attenzione ai videogiochi: potrebbero dare manifestazioni di problemi alla vista con conseguenze permanenti e disastrose; se proprio non ne potete fare a meno; usate solo giochi tranquilli regolandovi con gli orari.  60 minuti a sera.
  • Ed infine: Protesto contro le case produttrici di monitor per PC (Personal Computer) per non essersi mai inventati un monitor NO RETROILLUMINATO comunque non dannoso per la vista.

Il computer mi ha rovinato gli occhi e probabilmente avrà rovinato milioni di persone nel mondo che lavorano al PC che lo utilizzano per giocare o altro, e in qualunque altro modo venga usato, è comunque uno strumento di cecità per l’uomo, perché causa problemi alla vista e danni neurologici molto seri e preoccupanti; alla lunga si finisce in terapia psichiatrica, colmi di problemi mentali provocati dall’utilizzo smodato del computer.

Importante: è opportuno cambiare il monitor ogni 10 anni, la causa è che potrebbe dare problemi alla vista e agli occhi, se dovesse danneggiarsi senza che voi ve ne accorgiate, soprattutto quando risulta troppo luminoso e non si riesce più a regolare la luminosità.

Una marca buona di monitor è la SAMSUNG, altrimenti ce ne sono anche altre che non hanno nulla di meno, anche se la samsung rimane comunque la migliore attualmente sul mercato dei monitor per PC. In qualunque modo vadano le cose, l’esposizione al monitor non dev’essere prolungata, bisogna rispettare le pause da lavoro formate da 15/30 minuti ogni ora; altrimenti si rischieranno seri guai alla vista. 

E’ bene preoccuparsi quando insorgono sintomi oculari e/o neurologici di questo tipo: Problemi alla vista, contrazioni oculari, vertigini, giramenti di testaspasmi muscolari, problemi d’orientamento, movimenti involontari e/o convulsioni, momentanea perdita di coscienza, disorientamento, pensieri negativi, irritabilità, ansia, depressione, esaurimento nervoso, nevrosi, lampi agli occhi, vista sfocata, lacrimazione, occhi arrossati, pupille dilatate effetto droga, sentirsi ipnotizzati e immobili con gli occhi persi nel vuoto non capendo le parole di chi ci parla, amnesia momentanea, difficoltà di apprendimento dopo l’utilizzo del computer, dipendenza da internet con difficoltà a staccarsi dal computer, distogliere gli occhi dal monitor del PC continuando a vedere lo schermo luminoso come se fosse impresso negli occhi e nella mente per diversi minuti e ore o giorni, dolori agli occhi e molti altri sintomi non elencati qui. Se si verificano uno o più di questi problemi, smettere di utilizzare computer e videogiochi; e consultare immediatamente un medico, un oculista e/o uno Psichiatra per eventuali problemi psicologici o un neurologo per problemi di natura neurologica.

P.s. Generalmente gli effetti descritti qui sopra dovrebbero essere transitori, se si spegne il computer per almeno sette (7) giorni (per far riprendere gli occhi e la mente dallo stress dello schermo luminoso) o massimo 10 giorni; se i problemi dovessero persistere, allora il danno da computer potrebbe essere più esteso; a questo punto il problema necessiterà di una visita specialistica senza allarmismi, a tutto c’è una soluzione al giorno d’oggi.

E’ assolutamente importante (qualora decidiate di disintossicarvi lontani dal computer) evitare di guardare qualsiasi schermo luminoso (oltre al monitor) come TV, Cinema, Console da gioco e/o piccoli schermi di cellulari, e altro.. dai 7 ai 10 giorni, soprattutto se volete riprendervi con gli occhi e la mente, spaziando con lo sguardo e riabituando l’occhio a guardare tutti i particolari della vita di tutti i giorni.
Tempo fa uno Psichiatra che si occupava di questi problemi, consigliò ad un mio Amico, di riabituare il cervello (secondo lui atrofizzato dal troppo uso del computer) e gli occhi, a guardare spazi enormi e lontani, come: ville, parchi, strade, persone, particolari anche insignificanti pur di riabituare occhi e mente agli spazi aperti.

Meglio leggere un Buon Libro e/o ascoltare la Radio; anzi che stressare gli occhi con eventuali schermi luminosi di qualsiasi tipo. Buon Proseguimento di Giornata.

Free Website Visitors

Playerinside

Condivido volentieri i video di Playerinside sulle nuove uscite di videogiochi di Gennaio 2015, per tuti gli amanti e appassionati videogiocatori o per quelle persone che amano divagarsi quei 60 minuti al giorno con un buon gioco online oppure offline; tutto il per vostro divertimento videoludico.