Amore e Tolleranza

AMORE E TOLLERANZA

Salve a tutti nuovamente, oggi parlo di Amore, e Tolleranza. Si perché quando si ama una persona, in amore bisogna essere tolleranti verso l’altro e progettare costruttivamente la vita di coppia; che implichi per l’appunto la costruzione di una vita insieme. Lavoro (economia) Divertimento (svago) Famiglia (figli) Convivenza e molto altro ancora, condividendo il rapporto di coppia e lavorando insieme per un fine comune; qualora si dovesse decidere insieme.

Ma quando uno dei due è intollerante e in disaccordo con l’altro, ecco scattare subito il rapporto di solitudine nella coppia. Ci si ama ugualmente, pur non riuscendo comunque a concretizzare nulla di buono vivendo insieme.

L’OPPRESSIONE DEL RAPPORTO DI COPPIA

Lo riconosco, l’amore è tolleranza, se ami una persona (dopo la fase iniziale dell’innamoramento) potrebbero insorgere problemi legati al comportamento di coppia, eventuali liti, discussioni e conversazioni fanno parte del rapporto d’amore, che tuttavia sono cose importanti perché aiutano a capire l’altro, a rapportarsi con l’altro, a fondersi con l’altro; è più che altro un discorso empatico (empatia) entrando dentro l’altro psicologicamente fino a capirne le emozioni; tutto questo si impara con l’esperienza vivendo il rapporto di coppia.

Se ti senti oppresso da una relazione sentimentale con la sensazione di non sentirti libero di vivere la tua vita, allora dovresti parlarne con l’altro, e cercare una soluzione per vivere un rapporto di coppia più aperto. Ovvero, avere la libertà dei tuoi spazi personali in casa; così da non sentirti oppressa dall’altro.

L’AMORE E’ TOLLERANZA, MA NON SOLO QUESTA, E’ ANCHE ACCONTENTARE L’ALTRO ALMENO SU UNA COSA O TUTTE LE COSE INSIEME

Quando due persone vivono un rapporto d’amore, ed entrambi condividono gli stessi interessi di vita (o quasi), potrebbe capitare che uno dei due voglia qualcosa dall’altro, (e non sto parlando di Amore, Sentimenti e/o Passioni, ma qualcosa) in termini di “sesso” o all’estetica del proprio corpo o all’abbigliamento.
Ad esempio: se fossi innamorato di una donna che ama vestire di “nero” senza un minimo di colore, che vorrebbe tatuarsi e farsi piercing o addirittura depilarsi completamente per apparire (secondo lei) più femminile, ed io non approvo il suo modo di pensare e di fare, cercherei il più possibile di discutere di questo argomento con la mia lei, e cercherei di adeguarla al nostro rapporto di coppia.
Altro esempio, gli direi: Io non “pretendo” da te e ne voglio “costringerti”, quindi “ti rispetto”. Ma su una cosa devi “accontentarmi” se davvero “mi ami.

ACCONTENTARE L’ALTRO SE DAVVERO LO AMI CON TUTTA TE STESSA

Se io non desidero che la mia donna vesta di nero come ad un funerale, e che vorrebbe seguire modelli sbagliati della televisione tatuandosi il corpo, le braccia, le gambe o bucando la propria pelle con i piercing, (cosa che non ho mai approvato dato che amo la donna naturale al 100%) cercherei di farle comprendere che la preferisco “naturale“, anzi che seguire uno “stereotipo” di donna sofisticata e adeguata alla “moda” che io non apprezzo nella mia partner. Si, perché in “primisho sempre odiato i tatuaggi, e non sopporto i piercing nella donna, quindi per me è praticamente impensabile un rapporto del genere con una che ha le braccia siringate con inchiostro indelebile su quasi tutto il corpo; o su alcune parti del corpo. Oltre a trovarlo ripugnante, lo trovo anche squallido e degenerato. Ma questa è una mia interpretazione personale.

Inoltre non amo la donna depilata sulle braccia e sotto le ascelle, la amo pelosa, quindi almeno su questa cosa (se veramente ella mi dovesse amare) deve accontentarmi, sacrificandosi per amor proprio verso il suo compagno di vita. Verso me.
L’amore è rispetto e tolleranza, come io potrei tollerare ad accettare le sue cose, portando comunque tolleranza verso la mia compagna di vita, accontentandola su ciò che vuole da me, anche ella deve accontentarmi su cose lecite che desidero da lei; questo è vero Amore di coppia.
Quindi non stiamo parlando solo di rispetto reciproco, ma anche di fare qualcosa per l’altro per farsi felici a vicenda.

DONNA, TI DEVI “ADEGUARE” E “CONFORMARE” AL TUO LUI, CHE TI PIACCIA O NO, LO DEVI FARE.
SU “UNA COSA”, SE LO AMI DAVVERO, LO DEVI “ACCONTENTARE”, COME LUI “ACCONTENTA” TE IN TUTTO.
AMARE SIGNIFICA ANCHE E SOPRATTUTTO QUESTO.

LUI FA TUTTO PER TE, E TU NON RICAMBI IN NIENTE PER LUI, NON PUOI DIRE CHE FRA VOI CI SIA AMORE. RISPETTO RECIPROCO FORSE SI, MA PER QUANTO RIGUARDA IL SESSO CI SONO TROPPI TABOO, E QUESTO NON VA BENE. LA LIBERTA’ DI PENSIERO E’ COSA BUONA E GIUSTA.

LIBERTA’ DI PENSIERO NON SIGNIFICA CORNIFICARE L’ALTRO O DEDICARSI A COSE ESTREME, MA SEMPLICEMENTE VUOL DIRE, RENDERE FELICE L’ALTRO NEL RISPETTO RECIPROCO; FACENDOLO CONTENTO ALMENO SU UNA SUA RICHIESTA O PIU’. SOLO COSI’ L’AMORE TROVERA’ LA SUA MASSIMA ESPRESSIONE NELLA COPPIA.

Perché altrimenti se uno/una dei due comincia a mettere in discussione qualunque cosa dell’altro, dicendo: << no amore mio, non mi conformerò mai a quello che dici tu, voglio essere me stessa e basta, però ti voglio bene e mi fa piacere stare con te >> questo è EGOISMO, e c’è una falla nell’amore. Significa che stai con me tanto perché hai bisogno di un Amico intimo e non di un compagno di vita vero e proprio; perché l’amore vero, è anche sacrificarsi per l’altro, rendendolo felice almeno su una cosa.

Lo chiesi al mio psicoanalista quando stavo male con la depressione, cosa ne pensasse di questa cosa, rispondendomi: << Qualora una donna dovesse pronunciare parole tipo: “ti voglio bene” anzi che “ti amo”, significa che non prova tutto questo amore verso il proprio compagno di vita >> Se io non desidero che la mia donna vesta in un modo che reputo squallido, e gli chiedo la gentilezza di vestire “casual“, vorrei che mi “accontentasse”, perché uscire con una vestita da funerale per tutto l’anno, a me non piace, mi fa sentire a disagio.
Una così si dovrebbe fare un’esame di pensiero, e dirsi parole tipo: << sto davvero facendo felice il mio uomo, come lui fa di tutto per non farmi mai mancare nulla nella mia vita? >> a questo punto è inutile che ci sto insieme, non serve a niente.
Accettare l’altro quando proprio l’altro non corrisponde alle nostre aspettative di vita, è davvero frustrante.

Fai di tutto per adeguarti a tale situazione, ma ti rendi conto che vivi una condizione di instabilità con una che vive solo per se stessa e non anche per l’altro; tanto vale essere single che male accompagnati.

UNA DONNA NON DEVE TRADIRE IL PROPRIO UOMO, COME UN UOMO NON DOVREBBE MAI TRADIRE LA PROPRIA COMPAGNA DI VITA.
L’AMORE E’ TOLLERANZA, E CONDIVIDERE LA VITA CON UNA PERSONA, SIGNIFICA APPREZZARE L’ALTRO PER CIO’ CHE EGLI E’.
ACCOGLIERE I SUOI DIFETTI, I SUOI PROBLEMI, IL SUO MODO DI FARE L’AMORE, IL SUO MODO DI ESSERE, I SUOI DESIDERI, LE SUE PASSIONI, I SUOI PENSIERI; E CERCARE DI VENIRE INCONTRO ALLE SUE RICHIESTE, COSI’ COME L’UOMO VERSO LA SUA LEI.
L’AMORE VUOL DIRE ANCHE QUESTO.

L’AMORE NON E’ TRADIMENTO

L’AMORE NON E’ MARTIRIO

L’AMORE NON E’ ILLUSIONE

L’AMORE NON E’ CATTIVERIA

L’AMORE NON E’ TRASGRESSIONE

L’AMORE NON E’ MERDA

L’AMORE E’ SESSO

L’AMORE E’ RISPETTO PER L’ALTRO

L’AMORE E’ CAPIRE L’ALTRO

L’AMORE E’ AFFRONTARE LA VITA INSIEME ALL’ALTRO

L’AMORE E’ GELOSIA PER L’ALTRO

L’AMORE E’ VIVERE SEMPRE INSIEME

L’AMORE E’ AMARSI E CAPIRSI VICENDEVOLMENTE

L’AMORE NON HA SEGRETI PER LA COPPIA

L’AMORE E’ APERTURA DI IDEE E PENSIERI INSIEME

L’AMORE E’ COMPAGNIA E VITA

L’AMORE E’ FANTASIA

L’AMORE E’ TUTTO