Offesa per così poco…

Ricordo una ragazza 21 enne commessa di un Discount, che ogni volta mi vedeva, sorrideva salutandomi << CIAO! >> marcando la parola, ovvero utilizzando una tonalità di voce decisa, oppure diceva: << CIAO CARO >> ma non scandendo le parole lentamente, anzi, piuttosto velocemente e decisa, ma così.. per rendersi simpatica ai suoi clienti come commessa di questo supermercato.
Ci ero entrato in confidenza, tant’è che una volta per scherzare risposi ad un suo commento scherzoso, e da quel dì non ho più ricevuto da lei un saluto; si è offesa talmente tanto da non guardarmi più in faccia. Esagerata pensai, se è rimasta così indietro e infantile, immagino che vita dura avrà nel suo futuro.
Ricordo che non avevo da dargli soldi spicci, così gli diedi soldi interi, lei mi guardò stupita dicendomi mentre sorrideva: << che me stai a prende in giro ? >> molto scherzosamente gli dissi: << si, ti sto prendendo per il culo >> e si è offesa per davvero, non pensavo proprio, tant’è che continuava a sorridere dicendo: << non me prende per il culo >> alla fine gli risposi: << scherzavo ovviamente, non ho spicci da darti e così ti ho dato soldi sani pensando tu avessi il resto >> lei di rimando disse: << lo so’ che stavi a scherzà, comunque non me prende per culo anche se so’ che stavi a scherzà >> è si… si è proprio offesa e pure di brutto, anche se sorrideva si notava nelle sue risposte.

Da quel di non si è più degnata di guardarmi in faccia, e se la salutavo faceva finta di non udire, girando la testa da l’altra parte. “Offesa per così poco…” come dal titolo di questo Post di Blog.

Allora voglio dire una cosa, va bè io capisco che una ragazzina piccola di 21 anni che cerca di instaurare una conversazione fa di tutto per rendersi simpatica, instaura una certa confidenza con i suoi clienti, per poi offendersi se qualcuno da una banale battuta; (non è che sia poi tanto normale dato che vive molto nella suscettibilità di se stessa, permalosa alla prima battuta e ignorante) però è anche vero che se fosse stata una donna più avanti con gli anni, non si sarebbe comportata così maleducatamente nei confronti di un cliente che lei stessa di proposito aveva instaurato una certa confidenza.
Perché se hai problemi di comunicazione non accettando i caratteri delle milioni di persone che ti circondano, evita di metterti in discussione e di acquisire confidenza con gli sconosciuti, che non sai mai che tipo di reazione potrebbero mai avere.

BISOGNA ESSERE PRONTI A TUTTO NELLA VITA

Certo riconosco anche che a 21 anni è troppo presto per giudicare, sei troppo giovane e devi comunque fare le tue esperienze di vita in mezzo alla gente, tra buoni e cattivi, di tutti i caratteri (chi è fatto in un modo e chi in un altro) di tutti i generi ne vedrai; ma se cominci ad offenderti fin da subito per una sciocchezza, e continui a fare la permalosa per tutta la vita, dubito che riuscirai mai a crescere caratterialmente; soprattutto se diventi tu stessa nemica del mondo resterai sola nei tuoi pensieri e nella tua introversione a vita.

Tante cose si capiscono con l’esperienza, salutare per educazione è cosa “buona e giusta“, ecco perché bisognerebbe salutare chiunque, buoni e cattivi, per non essere noi i primi ignoranti del mondo. Ricordiamo le parole di Gesù: << Se saluti solo quelli che ti amano, che merito ne hai ? Anche i cattivi fanno così. Perdona e sarai perdonato. Un volto amabile rallegra i cuori degli altri >>. Vedi… Gesù non è stato soltanto un messia, ma anche un Profeta, un saggio, come per tutti i grandi saggi esistiti nella storia dell’umana umanità dopo di lui, fino ai giorni nostri; e che continueranno ad esistere fino alla fine della razza umana. La saggezza serve su questo mondo, perché senza di essa la terra vivrebbe immersa nell’ignoranza fine a se stessa, nella malvagità e nell’ingiustizia di vivere la vita. Dobbiamo mantenere un equilibrio tra bene e male sulla terra, e sotto l’aspetto “filosofico” l’esperienza della vita, lo studio, la letteratura, l’amore, l’amicizia e il sesso, completano questo grande cerchio (il grande quadro del mondo) che si chiama dignità umana.

Non serve odio e disprezzo, non serve ingiustizia e cattiveria, non serve permalosità e suscettibilità, non serve chiudersi in se stessi nei pensieri neri, non serve la morte dell’individuo sotto l’aspetto psicologico, serve invece essere se stessi per poter coesistere con il mondo che ci circonda.

Se non vuoi che ti facciano del male nessuno potrà mai fartene, tu sei padrone della tua vita e del tuo corpo, non sei schiavo di nessuno e ne tanto meno succube di qualcosa; ma imparando a vivere, imparerai anche a saperti rapportare con il prossimo e con chi ti è anche antipatico, senza farla diventare una questione personale o un peso per la tua vita. 

Tutto perde valore con il tempo

Già è vero tutto perde valore con il tempo, quando cresci e non sei più un bambino, quando diventi adulto e maturo, quando devi far fronte ai problemi della vita, tutto quello che sei stato di un passato che non tornerà più, e tu (comunque vadano le cose) hai perduto quella parte di te che eri tempo fa e che ora hai acquisito una nuova parte di un nuovo te stesso.
Tutto nella vita perde valore per acquisirne di nuovo; le cose vecchie perdono valore… Altre invece con il tempo aumentano di valore, altre volte ancora quello stesso valore rimane stabile, sempre uguale, una via di mezzo tra il più e il meno; appunto.. nulla di più e nulla di meno, la vita è tutta a senso unico, è come se prendi l’automobile percorrendo un’unica via che ti porta ad un certo punto a svoltare per una rotatoria che non ha ulteriori incroci e strade per uscirne fuori, e tu cammini e giri sempre nella stessa direzione, è tutto a senso unico… fino a che quell’auto dove ora sei seduto un giorno si fermerà… per sempre… insieme a te. Forse puoi cambiare modo di pensare per non appesantire la tua vita, ma… non puoi fermare quell’auto in cui sei seduto ora, è impossibile, inevitabilmente ti porterà alla fine del tuo percorso… e quando avverrà quel giorno ricorderai tutto quello che sei stato, tutta la vita che hai vissuto, tutta la gioia e il dolore che hai avuto dentro di te; momenti belli e brutti, negativi e felici, e a quel punto avrai capito e compreso che tutto sommato tutta questa vita (in qualunque modo l’hai vissuta) ti è servita per affrontare un nuovo e inevitabile viaggio….. Verso l’eternità.

CHE DOLORE E’ LA VITA

Se non stringi niente in mano e non hai mai concluso nulla nella vita è davvero dura vivere, quando sei ricco e potente ma non sei libero di muoverti e lo devi fare solo scortato è come per il povero che non ha niente, solo che sei ricco; e se invece sei benestante ma introverso, depresso, timido patologicamente, hai si il benessere economico perché hai imparato a lavorare ed è una gran cosa il lavoro; ma non hai il benessere sociale perché non hai mai avuto il coraggio di vivere la vita, perché ti sei sempre chiuso in te stesso e non sei mai riuscito ad andare oltre. Quando per tutta la vita hai provato a lavorare in un paese (Italia) dove ti hanno tolto l’esistenza, la dignità di vivere, dove hai ricevuto del mobbing lavorativo (se sei stato vittima di persecuzioni) o dove solo per raccomandazioni lavori altrimenti NO; dove se non conosci nessuno ti devi fare le ossa subendo ogni genere di disprezzo, istigazioni, denigrazioni, diffamazioni, colleghi e direttori malvagi che ti scherniscono e ti maltrattano; gente delinquente che hai a che fare ogni giorno sul lavoro, è una continua lotta per la sopravvivenza, ma se sei fortunato e trovi un lavoro bello dove sei apprezzato per le tue qualità (meritocrazia) e i tuoi meriti, allora li capisci di essere stato fortunato a trovare un lavoro così e di ringraziare davvero il cielo per questo.
Comunque vadano le cose per imparare a vivere bene fregandosene della gente cattiva è proprio imparare a divertirsi nella vita, distraendosi dalle cose negative che ci fanno star male, buttandoci i problemi alle spalle senza dargli peso, alleggerendoci la vita sotto l’aspetto filosofico, andando in palestra a sfogarci con l’esercizio fisico, a tennis, facendoci una bella passeggiata all’aria aperta, magari un corso di musica o recitazione teatrale; qualunque cosa pur di distrarci dai pensieri negativi e dalle preoccupazioni del lavoro o di chi ci vuole male.
Per finire se proprio non riusciamo a venirne fuori dai nostri problemi consultiamo uno psicologo, senza dirlo a nessuno, le cose nostre private e personali non si raccontano, ma non dobbiamo nemmeno vergognarci di farci aiutare se ne abbiamo davvero bisogno; la vita purtroppo è anche questa, fortunatamente esiste la psicologia che dà un grande aiuto alle persone in difficoltà.

LEGGERE E STUDIARE PER NON MORIRE

Istruirsi sempre è l’unico modo per non farci mettere i piedi in testa da nessuno nella vita, da chi ne vuol sapere più di noi, da chi ci vuole insegnare la vita quando la conosciamo già da noi. Si perché ognuno vive la vita a modo suo, ognuno soffre a modo suo, ognuno gioisce a modo suo, ognuno ride a modo suo, ognuno AMA a modo suo, chi etero, chi gay, chi trans, ma cosa ce ne importa di queste etichette che attribuiscono all’umanità tanto perché non hanno niente da fare; noi siamo esseri umani forse da etichettare come per gli alimenti ?
Hai visto laggiù lontano ?, ti sei affacciato alla finestra per vedere cosa c’è ?, prova a salire fino all’ultimo piano del tuo condominio, di una torre, di un palazzo; e guarda fuori… cosa vedi ?
Si… Stai guardando la VITA che si estende davanti a te, solo che quando vivi tra la gente non te ne accorgi in mezzo alla confusione, la vita la vedi solo quando sali all’ultimo piano di un palazzo, e metaforicamente scrivendo quella stessa vita che vedi, quel panorama bellissimo guardando il cielo limpido e sereno o variabile o nuvoloso che sia… In realtà tu stai guardando la VITA che hai davanti a te; e tutto il mondo può essere TUO se sai come sfruttare questa occasione, devi solo imparare a vivere.

Forse laggiù troveremo qualcuno che ci insegnerà e ci istruirà a vivere in modo diverso da come abbiamo sempre vissuto, e allora tutto cambierà.
Ma quella persona non esiste, dobbiamo essere noi a cambiare di mentalità, proprio come disse il famoso filosofo Jim Rohn: << se vuoi che le cose cambino TU devi cambiare >> questa è la frase giusta che devi prendere a modello, non ci sono altre frasi per descrivere in due parole come devi vivere la vita che DIO ti ha dato.

Finisco con il dire che la vita è bella se vissuta bene senza pensare ai problemi catastrofici della vita. Vivi bene, studia, leggi libri, informati, segui le notizie, divertiti, fai l’amore, lavora, ama e cerca di farti amare per quel che sei; evita la gente negativa, frequenta chi ti vuole bene, chi ti stima e ti rispetta; non cedere alle tentazioni che ti rovinano la vita e costruisci una tua propria vita personale.

questo è il grande segreto della vita

Pensieri Filosofici

oggi sono in vena di pensieri filosofici

Con questa vi saluto e vi mando la buona notte ed un buon giorno per domani e per tutti i giorni dell’anno, augurandovi ogni bene nella realizzazione dei vostri sogni qualunque essi siano; sperando che questi sogni vi possano lasciare tutta la felicità di questo mondo.
Siamo nati in un mondo che a seconda di come lo si vede può essere una vita felice e/o infelice, di dolcezza e splendore ma anche di sofferenza e dolore, che unita ad una forza di coraggio e perseveranza si va comunque avanti nonostante le tenebre avvolgono questo mondo a volte grigio e cupo e a volte bello e gioioso; dipende sempre come ti senti TU come persona.
La felicità viene da dentro non c’è alcun dubbio, o c’è o non c’è, ma in parte viene anche da fuori, dalle persone che abbiamo intorno.
Se viviamo in un ambiente negativo questo si ripercuote dentro di noi, se viviamo in un ambiente positivo indubbiamente saremmo felici; eppure qualcuno disse: L’infelicità si crea per l’eccesso di abitudini sempre uguali in cui ci identifichiamo, vero.. bisogna cambiare, vedere la vita diversamente per far crescere la felicità dentro ogni essere umano di questa terra, dedicarsi a cose creative o facendo cose positive; uno Psicologo disse: Essere felici è come crescere: nessuno te lo ha insegnato, ma lo sai fare.
Sei Felice quando fai qualcosa che ti rende felice, nonostante tutto viviamo in mezzo agli alti e bassi della nostra esistenza, nonostante tutto alcune situazioni fanno soffrire e causano dolore, eppure la felicità è sempre dentro di te devi solo saperla guardare a modo tuo, e quando la troverai ti sentirai rinascere dalle ceneri del tuo vecchio mondo mentale vedendo la vita con occhi diversi e rigenerati, con una luce tutta nuova che ti trasmette emozioni a non finire; l’emozione della gioia della vita stessa che hai tu in quanto persona ed essere umano.
Un consiglio: fai come me, io da anni faccio esercizi di positività prima di andare a dormire così da risvegliarmi con pensieri positivi ogni mattina.
Non importa se tu ci creda o no, non importa in che stato psicologico ti trovi, se afflitto dai tuoi problemi o se felice tu prova comunque questo esercizio e vedrai che man mano che lo continuerai ti risveglierai con pensieri altrettanto positivi. Provare per credere.
Prima di andare a dormire (prima di coricarti) quando ti trovi sul letto chiudi gli occhi e ripensa ad un evento positivo (anche piccolo) vissuto durante la giornata, o durante la settimana scorsa o durante l’anno, cercane uno nella tua mente; qual’è la situazione più bella che ti ha reso felice anche se per pochi minuti o secondi ?
Pensaci e dopo che hai trovato quella bella situazione (una stretta di mano, un abbraccio, un bacio, hai fatto l’amore con una persona che ti piace in modo particolare, hai accarezzato un cane o un gatto e così via) esclama la parola GRAZIE (ringrazia l’evento positivo che hai vissuto) e cerca di mantenere il più possibile il tuo pensiero sulla gratitudine, dopo di che mettiti a dormire e buona notte.
Questo esercizio anche se sembra inutile eppure ti posso assicurare che non lo è, la Psichiatria lo dice chiaramente: chi va a letto con pensieri positivi l’indomani mattina si risveglia con altrettanti pensieri positivi sentendosi per tutto il giorno felice.
Prova e ti ricrederai.

CIAO