Sito Gold

Non so’ che cosa dire, da Net-Parade ho ricevuto un nuovo riconoscimento per la qualità del mio Blog creato con WordPress, è diventato sito GOLD.
Ringrazio tutte le persone che hanno contribuito con il loro impegno a rendere attivo questo sito, grazie per le votazioni ricevute, grazie per aver letto i miei Post, anche se non li avete mai commentati al 100%; grazie per aver reso possibile il mio desiderio di rendere visibile le mie opinioni, considerazioni, fantasie, realtà di vita vissuta, e di tutto quello che fa parte tutto ciò che fa notizia. Grazie ancora per il vostro contributo.

La vita è un’insieme di cose belle e brutte, nonostante tutto, in questi ultimi anni, non ho vissuto tanto bene la mia vita per via di vicissitudini personali devastanti, per fare un esempio con un genitore che è andato fuori di testa con l’Alzheimer, più una serie di altre situazioni che mi hanno in parte destabilizzato, la crisi che sto passando, e tutto un insieme di tantissime altre situazioni che mi hanno portato a stare un po’ giù moralmente; e a non credere più a niente. Tuttavia ho ricevuto un riconoscimento per tutto ciò che fa notizia, l’ho inserito nella colonna di destra in basso, è la medaglietta gialla. Mi sono commosso, non ho mai avuto niente dalla vita di regalato, me lo sono sempre dovuto guadagnare faticando; ed ora ho questo riconoscimento da Net-Parade, un sito molto importante in Italia, non so’ davvero cosa dire. Grazie di tutto cuore.

Ogni giorno quando esco di casa devo combattere contro gli stronzi, la gente cattiva, gli invidiosi, la gente acida, fino ad arrivare a chi si alza con i problemi portandoli in giro e scagliandoli contro chiunque, tanto perché sono pieni di guai loro personali; qui ti rendi conto di quanto la vita sia dura se non sei forte caratterialmente. Poi però, quando sono a casa mia, da solo nella mia stanza, mi riprendo psicologicamente lontano dai problemi della vita fuori casa. Un poco di solitudine ci vuole, farmi una bella dormita, mangiare bene, farmi una doccia, ascoltare un poco di musica o leggere qualche capitolo del mio libro preferito; se non mi distraggo da solo non mi riprendo, divento poco simpatico quando mi rompo le scatole, ho bisogno di un po’ di solitudine, non troppa, altrimenti sto peggio, ma un poco si., questo mi serve.

Che bello stare un po’ da soli con se stessi, con i propri pensieri, a volte a pregare, altre volte a ridere davanti un film comico in DVD o Streaming in internet, altre volte ancora un po’ così e un po’ cosà; ci vuole di tanto in tanto da fare mente locale sulla situazione che si sta vivendo.

Certo, riconosco a priori che troppa solitudine ucciderebbe chiunque compreso me, dato che mi piace moltissimo andare a camminare a passo veloce, una leggera corsetta al parco della Caffarella di Roma, (lo sport è tutta salute) e se capita una bella donna single, divorziata o comunque separata, se ci sta, è più che normale che non ci sputo sopra per divertirci un pochino assieme. Non ho mai disdegnato le avventure sessuali, ogni tanto un abbraccio, un bacio e/o una carezza, mi fanno sentire vivo moralmente, e psicologicamente, socialmente più aperto e antropologicamente più efficiente in tutto.
Forse perché è la magia dell’Amore e del sesso a rendere questi momenti unici nel suo genere, solo l’amicizia che ci fai ? si certo, è indubbiamente importante anche questa, ma io sento il bisogno di sesso, di contatto umano, di una persona per sentirmi vivo; che mi tocca, mi desidera, da sentirmi desiderato, questo cerco maggiormente.

Al parco della Caffarella di Roma si fanno piacevoli incontri, andando a camminare o correre sempre allo stesso posto, piano piano si incontrano sempre le stesse persone, magari allo stesso orario, però per conoscere ci vuole tempo, molto tempo, perché la corsa è più che altro uno sport individuale e non di gruppo; comunque ogni tanto si incontra qualche bella pollastrella esibizionista che ci sta mostrandosi disponibile a scopare, infrattadoci tra i cespugli del Parco. Può darsi anche che non capiti nulla per un anno, poi è chiaro che una persona deve avere un minimo di occhio lungo, perché se si è chiusi in se stessi, difficilmente si riescono ad adocchiare situazioni intriganti da prendere al volo, quindi un minimo di esperienza ci vuole; come in tutte le cose.
Tuttavia la paura fa 90% sotto certi aspetti, perché al Parco è rischioso in certi orari conoscere qualcuno, ad esempio gli incontri migliori si potrebbero fare verso sera, o al mattino molto presto, ma nel pomeriggio ci bazzicano maggiormente famiglie, coppie di fidanzati, lesbiche e gay; non mi è sembrato di vedere in questi anni bisex e Trans, quindi sotto questo aspetto il parco sembra privo di transessuali.

La sera, di tanto in tanto, capitava qualche ragazza di circa 25 anni e oltre, che stava in calore in cerca di cazzi, a mostrare le cosce, i polpacci ben schiacciati sul ginocchio a gambe accavallate, sdraiata sui prati col piede ben allungato verso il basso tipo ballerina, mentre si accarezzavano la gamba guardando negli occhi; ma personalmente ho sempre pensato a correre o a camminare, dato che sono situazioni particolari e rischiose, perché non sai mai chi ti capita realmente. Da un lato le ignoravo, ma dall’altro mi arrapavo, certe volte. E’ lo so’, la donna è donna, che ce voi fa ? il problema è che la sera è troppo rischioso, soprattutto quando si fa buio, infatti non ci rimango fino a tardi, esco prima; perché ho paura per davvero in quegli orari quando va via la luce subentrando l’oscurità. Poi tra l’altro al buio della notte ci bazzicano i froci pericolosi, le coppie porche, le orgie, e per sentito dire tramite notizie di giornali, anche le sette sataniche; ma lesbiche no, quelle più di giorno, ogni tanto ne incrocio qualcuna mentre cammino per i vialetti e le stradine sterrate del Parco della Caffarella di Roma città.

Tuttavia ogni tanto di giorno capita qualcuna pronta a farci una sega, una masturbata reciproca o singola che sia, con una libera, interessata a divertirsi un po’ spensieratamente, anche senza arrivare al rapporto completo. Basta guardarsi bene intorno che ci sono, donne belle e brutte, pelose o meno, non importa, con il seno grande o piccolo che sia, magra, normale, sportiva, o leggermente in sovrappeso o robusta; insomma ci sono donne che desiderano divertirsi un poco, il mondo è pieno.
Inoltre alcune sono pure brave, fanno una vita normale, non sono troie o prostitute, certo non sono sante, e come tali se singole è più che normale che anche loro desiderano divertirsi di tanto in tanto con qualcuno, e capita vedere anche donne che nell’indifferenza si toccano le tette mentre ti guardano, in qualche modo te lo fanno capire cosa vogliono; devi prendere al volo questi messaggi per non fartele scappare, valutando bene le situazioni che si vanno a creare. Poi loro si alzano, camminano girandosi di tanto in tanto a guardarti (come voler dire: seguimi dai… che ci divertiamo) poi un posto si trova sempre nel parco; è pieno di cespugli interessanti.

Per finire e per non farlo troppo lungo questo Post di Blog, sono ben felice di aver ricevuto la medaglietta di “sito gold“, per me è molto importante, significa che piace ciò che scrivo. Grazie nuovamente a tutti voi in tutta Italia a seguirmi. Ciao !!!