La Mente

GIOCA BRUTTI SCHERZI

Certo che debbo essere davvero sincero su una cosa, dopo tanto che non scrivo più su questo Blog, oggi torno a raccontare un fatto molto strano che sta accadendo intorno a noi tutti.

Lo stress che uccide la mente e il corpo

Lo stress fa davvero brutti scherzi delle volte, mentre invece molte altre volte fa scherzi anche “letali” quasi incontrollabili.
Assistiamo ogni giorno alla moltitudine di circostanze negative a cui dobbiamo far fronte per sopravvivere in questo mondo dimenticato da DIO.
Vediamo gente distratta al volante dell’automobile intenta a parlare al telefono, connessi 24h su 24h al giorno alla rete internet costantemente, senza un attimo di riposo e di distrazione per i loro occhi.
Vediamo persone paranoiche che si fissano su argomenti, immagini, incubi, ossessioni maniacali, fino a farla diventare una vera e propria malattia della mente; senza più avere erezioni, rapporti sessuali, perché sono impegnati a pensare ai fantasmi che hanno nel cervello e alle paranoie da stress.

Tutto questo perché mentre camminavo normalmente per la strada, per poco fui aggredito da un pazzo senza cervello, che asseriva (urlando a squarciagola) che lo stavo guardando; quando in realtà stavo camminando per la mia strada, guardando a destra e sinistra perché ho occhi per vedere, e non è reato guardare il mondo che mi circonda.
In pratica mi era capitato davanti gli occhi questo tizio seduto su di una sedia, con gli avambracci sul tavolino di un ristorante mentre giocherellava con lo smartphone.
Li per li non avevo capito fosse un ristorante, pensavo a un bar, (in effetti era mattina e dovevo fare colazione) ma data la situazione ho preferito non avvicinarmi; in poche parole voleva picchiarmi perché si è sentito guardato da me.

Se la situazione è questa in Italia, forse è bene ricominciare a mettere il servizio di leva obbligatoria militare di 1 anno (così da dare a questi giovani del futuro una calmata sotto l’esercito) e le “punizioni” a scuola come si faceva un tempo; così da formare i giovani tramite “disciplina” e “forza di volontà” nell’applicarsi nello studio e nella formazione scolastica.

Bisogna impartire ai giovani di oggi e del futuro, il desiderio di studiare e leggere libri con una disciplina ferrea, impartire lezioni di educazione civica e galateo (imporre loro di studiare queste due materie di studio fondamentali per il comportamento equilibrato nella nostra società) e soprattutto lo studio della Bibbia e del Vangelo; perché anche questi “insegnano” il corretto modo di rapportarsi con il prossimo. Io la penso così.

Certo che se dovessero capitare persone che aggrediscono minacciando a parole se li guardate, è inutile mettersi a discutere con questi soggetti sul perché vogliono farci del male, tanto vale mantenere la calma, il sangue freddo, evitare di guardarli se doveste rincontrarli eventualmente sulla vostra strada; e allontanarsi il più possibile da loro.
Evitate di frequentare questa gente se possibile, perché sono portatori di negatività nella vostra vita, e di istigazione all’odio e alla violenza.

In effetti se ci pensate bene, chi “minaccia” suscita in molte persone il pensiero vendicativo di odio e crudeltà, di mani addosso e di zuffe da strada; e In effetti stiamo parlando proprio di questo: istigazioni all’odio e alla violenza.
Ad esempio: Se tu fai violenza a me odiandomi, suscitandomi reazioni avverse nei tuoi confronti con le minacce, io mi sento istigato a difendermi contro di te; se poi ti avvicini minacciosamente alzando le mani, susciti in me la reazione della difesa personale con qualunque mezzo pur di salvarmi.
Se capitano queste persone, scappate, evitate il confronto se possibile, è gente fortemente disturbata. Da curare.

A me sembrano tutti drogati in Italia di computer, tecnologie, internet, videogiochi violenti, bufale che portano fuori strada con informazioni sbagliate, notizie false che circolano in rete, alcolismo, droghe leggere e pesanti che uccidono comunque; situazioni degenerative e rapporti promiscui, che portano a far ammalare la gente non solo con le malattie a trasmissione sessuali; ma anche a seguire comportamenti e idee sbagliate, imposte da coloro che frequentano persone ignoranti e cattive.
Insomma, lo squallore non morirà mai, su questo è poco ma sicuro, bisogna solo imparare a non sprofondare nelle cattive abitudini che possono sfociare in deliri senza controllo.
Infine se si hanno figli con questo tipo di comportamenti violenti, mandateli a farsi curare da uno/una Psichiatra psicoanalista Freudiano, sicuramente gli daranno farmaci adeguati al loro tipo di problema; per calmarli dagli atteggiamenti violenti contro il prossimo. Se una persona è pericolosa bisogna tenerla sotto controllo.

Con questo è davvero tutto, ci vediamo alla prossima. Ciao!