Emarginazione parte 1

La nuda e cruda realtà dei fatti

DOVE I VOLONTARI E GLI AIUTI UMANITARI NON ARRIVANO I DISPERATI MUOIONO

Cosa significa ?
Da come lo interpreto io vuol dire, che se non hai una “posizione nella vita“, non ti aiuta nessuno, ti lasciano morire; e se eventualmente non hai soldi nemmeno per farti aiutare psicologicamente, sei semplicemente “dimenticato” e perduto.

DIMENTICATO DALLA SOCIETA’

Hai notato le persone posizionate come vivono ?
Hanno praticamente tutto e niente, forse il denaro non farà la felicità (senza ombra di dubbio) ma a morire di fame non muoiono. Pensa, hanno persino il denaro per andare a puttane a pagamento, (per fare un esempio fittizio) qualora dovessero trovarsi senza donne e in astinenza per diversi mesi e anni; anche se la prostituzione non risolverà comunque i loro problemise pur si sfogheranno dall’astinenza sessuale.
Tuttavia, chi ha tutto, ha persino il denaro per “curarsi“, per “viaggiare” e per godere le “gioie” della vita; per farsi una famiglia e avere figli non sarà comunque un problema.

Chi invece non ha niente, non ha nemmeno la dignità di vivere la vita, non ha la possibilità di uscire con le donne, perché quest’ultime vanno cercando l’uomo con un lavoro e con un reddito soddisfacente per potersi creare una vita insieme.
In pratica, alla fin fine, se sei “povero“, sei destinato a morire, oppure a frequentare altri poveri come te per poter resistere alla solitudine della povertà stando in comunità.

IL LAVORO NON ESISTE PER I POVERI, MA PER I RACCOMANDATI E GLI IMMIGRATI SI

Cosa strana vero ?
Per i poveri (quelli veri, che non hanno i soldi per un paio di scarpe) il lavoro non esiste, più che altro vengono “sfruttati” lavorando gratis, o comunque con una paga molto “bassa e misera“, perché probabilmente considerati alla “stregua” del loro “valore“. Mentre invece gli emarginati nonraccomandati“, in genere sono trattati male, con disprezzo, emarginati persino sul posto lavorativo dai loro stessi colleghi, trattati con arroganza, come ultima ruota del carro devono sgobbare per pochi spiccioli.

Intanto ascoltiamo le chiacchiere della gente che si “vanta” della bella automobile appena acquistata tanto per far vedere quanto si trovano bene economicamente

Si vantano del buon cellulare, del sesso che praticano con tutte le donne che vogliono, e queste che si buttano a capofitto tra le loro braccia al grido di:
Evviva il Denaro.

ESISTONO ANCHE QUESTI PURTROPPO

E come non citare chi si vanta di avere tutto: computer portatili, PC fissi da casa, viaggi, aerei privati, fino ad arrivare alle cose più riprovevoli per il denaro che hanno: orgie, scambi di coppie, frequentano bordelli, e tutto perché hanno tanti di quei soldi che non sanno più come buttarli; fino ad arrivare persino all’abbigliamento elegante o casual esagerato e di marca, con scarpe che costano un patrimonio pur di seguire la moda della società odierna. Con la differenza che al di là degli oggetti e degli indumenti, sotto l’aspetto del valore morale di individui; non valgono niente, perché vivono solo per il denaro.
(Continua nel Post: Emarginazione Parte 2).

Una vita da miserabili

Niente di più e niente di meno

Pubblicato da tuttociochefanotizia

Sono un blogger "anticonformista" non un giornalista, mi diletto come "opinionista" ma non tuttologo, scrivo fatti e opinioni rispettando l’articolo 21 della costituzione della repubblica italiana, raramente segnalo sistemi di guadagno online elementari alla portata di tutti. Buona Lettura.