Ritorsioni

Salve a tutti. Parliamo oggi di ritorsioni. E’ mai capitato sesso sul luogo lavorativo ? Se si, sappiate che è molto rischioso appagare i propri desideri sessuali con possibili colleghe di lavoro, anche se riconosco che c’è chi lo fa, nonostante tutto il pericolo che potrebbe incombere se una spiata dovesse arrivare al direttore.

Possiamo notare questa cosa (per i più biricchini) sui siti porno amatoriali, con telecamere nascoste che riprendono atti sessuali in luoghi lavorativi; ma chissà quanto c’è di vero su quei video, soprattutto se sono stati montati a regola d’arte per farli sembrare veri.

Sta di fatto che i problemi lavorativi potrebbero incombere lavorando con possibili colleghi invidiosi, gelosi, spioni, introversi, particolarmente timidi e permalosi; nonché cattivi, che potrebbero davvero rovinare qualcuno in particolare.

Sul luogo lavorativo ci troviamo di tutto, dalla gente per bene alla feccia. Scopare in un posto lavorativo si rischia davvero di venire denunciati e licenziati con possibili ritorsioni, diffamazioni, denigrazioni o semplicemente screditati da parte di colleghi fino alla rovina della propria reputazione e dignità; insomma, una vera e propria condanna a morte a tutti gli effetti.

Peggio ancora una collega di lavoro che provoca sessualmente un collega caratterialmente timido che non ha molta esperienza con le donne, per poi prendersi gioco di lui facendosi sbattere in bagno da altri colleghi più estroversi e donnaioli; provocando malumore in quel collega particolarmente riservato, che potrebbe (infastidito) spifferare tutto, tramite passa parola, fino a far arrivare la voce al responsabile Aziendale.

Questo per dire, che se una collega di lavoro provoca sessualmente un collega, per tenerlo buono da possibili ritorsioni, ha solo da scegliere: o lo fa divertire (con una sega o altro) o cercherà di spiegare che stava scherzando. Riflettete! che queste porcate non si fanno contro la gente sensibile.

Pubblicato da tuttociochefanotizia

Sono un blogger "anticonformista" non un giornalista, mi diletto come "opinionista" ma non tuttologo, scrivo fatti e opinioni rispettando l’articolo 21 della costituzione della repubblica italiana, raramente segnalo sistemi di guadagno online elementari alla portata di tutti. Buona Lettura.