Stendere i vestiti

Salve a tutti, oggi sono propenso a protestare contro la nuova legge a Roma, che non si può più stendere i vestiti fuori dalla finestra per un problema di decoro cittadino, (la più grande stronzata di tutti i tempi) ma sui cortili invece è possibile farlo. Almeno questo.
Ora il punto più grande è che secondo il comune di Roma (sui cortili) è possibile stendere, ma secondo i condomini (se decideranno di non approvare far stendere all’assemblea condominiale) l’amministratore o amministratrice, che gestisce il suddetto palazzo, è libero/libera di approvare tale legge di non far stendere. (Anche se il comune dice che si può comunque fare). Protesto deliberatamente contro i condomini di avere la libertà di stendere quanto voglio per tutto l’anno.

A me non mi va di buttare il denaro in lavanderie (lava e asciuga) quando ho la lavatrice a casa mia, a me non mi va di litigare con gli stronzi condomini, perché qualcuno gli sta sulle palle il fatto che qualcun’altro stenda fuori dal balcone e/o dalla finestra, il decoro (come lo chiamate voi) non è questo, togliere i vestiti non è una soluzione, dato che per tutta la vita avete sempre steso fuori dalle vostre finestre ed ora state rompendo i coglioni a chi è contrario a questa storia della legge.

Per decoro cittadino (e urbano) io lo intendo in modo diverso, ad esempio: togliere le scritte sui muri, eliminare le pubblicità abusive, riparare le strade urbane ed extraurbane, raccogliere l’immondizia pulendo le strade, i monumenti e così via; ma non rompere i coglioni a noi cittadini perché vi crea fastidio che qualcuno stenda i vestiti appena lavati; BASTA con tutto questo, lasciateci liberi di fare quello che vogliamo.

Pubblicato da tuttociochefanotizia

Sono un blogger "anticonformista" non un giornalista, mi diletto come "opinionista" ma non tuttologo, scrivo fatti e opinioni rispettando l’articolo 21 della costituzione della repubblica italiana, raramente segnalo sistemi di guadagno online elementari alla portata di tutti. Buona Lettura.